Coderdojo a San Giuliano Milanese

Coderdojo a San Giuliano Milanese, 28 febbraio 2015 ore 09:30 in Sala Previato presso Biblioteca Comunale di San Giuliano Milanese.

coderdojo a San Giuliano MilaneseIl fenomeno dei Coderdojo arriva anche a San Giuliano Milanese, grazie alla associazione culturale Coderdojo Mediglia e alla disponibilità del Comune di San Giuliano: appuntamento nella Sala Previato presso la Biblioteca Comunale di San Giuliano Milanese sita in Piazza della Vittoria.

Per iscriverti clicca qui

Cos’è Coderdojo

Si tratta di un movimento che vede il diffondersi di club o associazioni senza scopo di lucro che organizzano corsi gratuiti destinati ai bambini e agli adolescenti con l’obiettivo di insegnare loro i rudimenti della programmazione. Coderdojo promuove l’utilizzo del software open source e coinvolge una rete molto forte di soci e volontari a livello mondiale.

Maggiori informazioni su Coderdojo sono disponibili qui

 

Internet Of Everything Italian Forum 2014

Un evento come quelli che piacciono a me,  di quelli che ti lasciano il segno e che ti fanno pensare.

Ospiti davvero interessanti e che non si occupano necessariamente di Information Technology ma di altro come botanica, filosofia, bioingegneria …i mici complimenti a Cisco !

Mi ha aperto gli orizzonti ma soprattutto mi ha confermato che la direzione che sto seguendo con attenzione potrebbe essere davvero quella giusta.

Questi gli interventi che mi hanno colpito maggiormente sono i seguenti
L’intervento di Luciano Floridi, il primo filosofo che si fa perfettamente capire su temi parecchio complicati 🙂

L’intervento di Riccardo Luna che stimo tantissimo per la sua energia e positività

Tutti gli interventi sono comunque visibili, in realtà in questo momento non ancora tutti, sul canale YouTube di CiscoItalia

Mentoring USA – ITALIA, il mio contributo

Ho recentemente raccolto l’invito di Luca Oliverio per una iniziativa che reputo molto interessante da parte di un’associazione che aiuta i bambini in difficoltà scolastica affiancando loro dei mentori, qualcuno che sia loro di esempio.

Bene ho raccontato la mia recente storia che non vi racconto qui ma che vi invito a leggere andando direttamente sul sito dove l’ho scritta per esteso 🙂

Ringrazio Luca e tutti coloro che consciamente o inconsciamente hanno fatto si che ciò accadesse …

Maggio ricco di iniziative interessanti

Nel mese di Maggio, a Milano e poco distante, ci sono davvero numerose iniziative interessanti nell’ambito dell’innovazione tecnologica e dell’open source, ecco a quali parteciperò:

  • WhyMCA: il 20 e 21 maggio a Milano, due giornate per fare una panoramica sullo sviluppo software in ambito mobile
  • Wordcamp: il 27 e 28 maggio a Milano, con due giornate in cui appassionati di wordpress ci faranno il punto della situazione su questo grande sistema per la gestione dei contenuti
  • ContènTOUR: il 30 maggio a Bologna, un giornata dedicata all’approfondimento su Plone

E’ nato Federico !

fiocco azzurroCon un po’ di anticipo ci ha sorpreso tutti: Federico, il nostro terzo piccolo, è nato Sabato ed è anche lui bellissimo.

Ce lo aspettavamo per i primi di luglio ma ha voluto farci questa bella sorpresa … giusto il tempo per riprendersi dal precoce “essere al mondo” e lo vedrò a casa.

Non vedo l’ora che ciò accada, benvenuto piccolo !

Il tuo Papà

Ecco qualche foto

img_1727.jpg img_1724.jpg federico in culla

Vivere in pace si può

Milano, piena estate, caldo asfissiante di quelli che non riesci a dormire ma … c’è di peggio, l’ufficio sopra il tuo appartamento chiude ma qualcuno non chiude bene il rubinetto e aggiunge al tuo disagio anche quello del rumore continuo di uno scarico non chiuso. Tutta la notte.

Non possiamo non ammetterlo, controllarsi è difficile eppure …

Il giorno dopo, davanti al mio ufficio, trovo una lettera, scritta con una educazione, una sensibilità ed una intelligenza davvero esemplare. Ovviamente la mia risposta, non sarà mai all’altezza, non è stata che una valanga di scuse …

In questa storia io sono il “cattivo” e Laila è la nostra vicina di casa che ha dimostrato davvero che “si può andare daccordo”, basta volerlo …

Volevo raccontare questa esperienza anche perchè si tratta di un incontro tra Medio Oriente ed Occidente, ed in questo momento invece sembra che questa sintonia non ci sia anzi … c’è una tendenza davvero preoccupante.

Colgo l’occasione per pubblicare un piccolo articolo che Laila mi ha girato che vuole essere un contributo per diffondere la sua cultura …

APRITI SESAMO
sultan.gifAlì Babà, nella famosa fiaba,riesce ad aprire la grotta impadronendosi dei tesori grazie alla conoscenza della formula magica.Così saranno solamente coloro che conoscono la lingua araba a poter accedere ai segreti nascosti del suo patrimonio
intellettuale e tradizionale.

Mai come oggi gli italiani si trovano così a contatto con gli arabi:a ciò hanno contribuito diversi fattori: i “mass media”, la maggiore facilità e possibilità di viaggiare all’estero, ‘attuale fenomeno degli immigrati e, per finire, l’interesse per una più ampia ed
approfondita conoscenza di questo misterioso Oriente non più riservato ad una stretta cerchia di persone.

Ma se lo studio della storia del mondo arabo può essere attuato tramite la lettura di autori occidentali, o anche di opere tradotte, la questione cambia notevolmente quando si tratta della letteratura e soprattutto della mentalità araba dove diventa quasi obbligatorio passare tramite il veicolo linguistico. Solo apprendendo la lingua araba si potrà accedere ad una presa di contatto diretta e si potrà realizzare una esperienza personale, evidentemente molto più valida se paragonata a quella indiretta.
La conoscenza della lingua araba si focalizzerà a sua volta in una ulteriore ed “intraducibile” presa di coscienza di ciò che è la mentalità delle persone di un mondo estremamente differente rispetto a quello occidentale e dove, negi ambienti tuttora tradizionali, vita quotidiana ed Islam formano un tutt’uno.!!!

L’arabo, lingua sacra dell’Islam, con la religione continua ed essere un fortissimo legame per quasi un miliardo di arabi e musulmani. E’ una lingua ampia, articolata, precisa al punto di poterla chiamare tranquillamente matematica. In essa suono, valore numerico, forma grafica e significato sono inscindibili e questo è uno dei motivi della sua estrema bellezza e dell’effetto magico che essa esercita su coloro che la comprendono, la ascoltano o che guardano la sua incantevole calligrafia.In questa lingua sono scritti il Quran (libro sacro dell’Islam) ed innumerevoli opere di valore inestimabile nei campi più svariati: metafisica, teologia, filosofia, diritto, medicina, matematica, grammatica, astronomia, astrologia, psicologia, storia, letteratura ecc.. Non si deve poi dimenticare tutto il patrimonio di traduzioni in arabo di opere greche, latine ed anche persiane di cui ormai si è smarrito l’originale. Occorre ricordare che la lingua araba classica* è nata parecchio tempo prima dell’Islam ed è rimasta pressochè intatta fino ai giorni nostri, così che la lettura di un testo arabo scritto mille anni fa potrebbe risultare oggi assolutamente attuale o con minime differenze linguistiche!!!

Tali però sono le precisioni e le sfumature di questa lingua classica che diventa un pò “sprecata” quando si tratta delle espressioni usate nella vita di tutti i giorni: da qui! sorge
spontaneamente una semplificazione nel linguaggio colloquiale atto a soddisfare le esigenze correnti, sorge cioè il dialetto o più precisamente i dialetti nei diversi paesi arabi. Essi, comunque, avendo sempre una unica matrice, l’arabo classico, sono perfettamente comprensibili fino a quando non si scostano troppo da questa matrice. Di conseguenza si afferma ancora una volta l’importanza e la necessità dello studio della lingua araba
classica.
Ma volerne comprendere nella loro pienezza il patrimonio e la mentalità senza disporre della chiave adeguata, è semplicemente una fantasiosa illusione.

Così saranno solamente coloro che conoscono la lingua araba classica a poter accedere ai segreti nascosti del suo patrimonio intellettuale e tradizionale allo stesso modo in cui, ad esclusione di altri, Alì Babà, nel famoso racconto, riesce ad aprire la grotta
impadronendosi dei tesori grazie alla conoscenza della formula magica.

[ L.M. Said ]

* per lingua classica si intende la lingua in uso nel Corano e presso gli scrittori e i poeti (dal V secolo d.C. fino al XVII secolo circa). Invece l’arabo letterario moderno (dal sec. XIX!) si distingue dal classico per l’idioma più nuovo e il vocabolario che
ha accolto parole adatte alle espressioni della!vita moderna ma differenze strutturali minime con il classico.(nota di A. Pe).